Terremoto, torna la paura: scossa 4.0 nei pressi di Norcia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:19

scossaNella notte che precede il rientro a scuola, è tornata la paura per le popolazioni già duramente colpite dalle violente scosse di terremoto che hanno devastato quelle zone del Centro Italia comprese tra le province di Macerata, Perugia, Rieti, L’Aquila e Teramo.

Una scossa di terremoto di magnitudo 4.0 è stata registrata alle 2:33 tra Marche, Umbria e Lazio. Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 11 km di profondità ed epicentro 4 km da Castelsantangelo sul Nera (Macerata), 9 da Norcia (Perugia) e 20 da Accumoli (Rieti). La zona è la stessa dell’ultimo intenso evento sismico verificatosi il 30 ottobre, di magnitudo 6.5.

Intanto da stamattina sono riprese le lezioni per molti giovani studenti dei centri della Valnerina.  A Norcia da giorni insegnanti, assistenti e militari dell’Esercito sono impegnati per sistemare banchi, cattedre e verificare che tutti gli impianti siano funzionanti. La campanella è suonata alle 8.30 per gli studenti delle superiori, che termineranno le lezioni alle 13.30.

Non tutti gli studenti, però, si ritroveranno nelle stesse classi che frequentavano fino al giorno del terremoto: circa 200 hanno infatti trovato, provvisoriamente, sistemazione in altre scuole dell’Umbria. Gli insegnanti che torneranno in cattedra sono, invece, sempre gli stessi e saranno 150. A Monteleone di Spoleto e Preci le attività scolastiche riprenderanno il 21 novembre.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!