Fiano Romano: arrestato un rifugiato somalo per molestie ad un bambino di 8 anni

bambino-palla-muroUn normale pomeriggio sotto casa con un pallone ed un muro come porta si trasforma in un incubo per due bambini di otto anni: intorno alle 18:00, nella periferia nord della Capitale (Fiano Romano) un ragazzo di 20 anni, extracomunitario, si avvicina a due bimbi e li guarda giocare, poi si avvicina a loro e palpeggia pesantemente uno dei due.

I due bambini, sconvolti da quel gesto, sono scappati verso casa e piangendo hanno raccontato l’accaduto ai genitori, i quali si sono subito recati dai carabinieri ed hanno sporto denuncia nei confronti d’ignoto per molestia sessuale. I militari hanno raccolto informazioni ed indizi che, in breve tempo, li hanno portati a sospettare di un cittadino Somalo ospite presso lo SPAR (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati).

I carabinieri hanno rintracciato il sospettato nei pressi della struttura nelle prime ore della serata e lo hanno portato in stato di fermo alla stazione di Fiano Romano. Il giovane attende adesso la sentenza di condanna definitiva del giudice, nel frattempo i militari lo hanno trasportato nel carcere di Rieti con l’accusa di violenza sessuale. Nei prossimi giorni sarà, dunque, la procura di Rieti a prendere una decisione definitiva dopo aver vagliato attentamente le prove a carico dell’imputato.