Arezzo, botte ad una donna invalida: indagati i due badanti

arezzobadantiMaltrattavano e vessavano la donna proprietaria dell’abitazione dove vivevano anche loro. Con queste accuse il gip di Arezzo ha provveduto ad emettere l’ordine di allontanamento dalla suddetta casa ad una coppia di badanti, un uomo e una donna di 54 e 41 anni, entrambi originari dello Sri Lanka. La disposizione del gip impedisce alla coppia di avvicinarsi anche agli altri luoghi frequentati dalla vittima.

I due avrebbero dovuto assistere ed aiutare la donna, una signora di 65 anni affetta da problemi mentali e per questo invalida. Invece non solo non adempivano ai compiti – grazie ai quali potevano vivere gratuitamente all’interno dell’abitazione – ma addirittura aggredivano la povera donna, con violenze continue.

I primi accertamenti sono partiti dopo alcune segnalazioni giunte alle forze dell’ordine: i lividi e le contusioni riscontrati alla 65enne, seppure compatibili con incidenti domestici, avrebbero destato sospetti tra gli operatori socio assistenziali che seguivano la donna di giorno e anche tra i sanitari che le avevano prestato le cure. Per questo, la squadra mobile e i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Arezzo hanno deciso di svolgere alcune indagini servendosi anche di microspie e riprese video: sono state proprio queste misure ad inchiodare la coppia. “Piuttosto che prendersi cura di lei – afferma l’accusa – la coppia vessava e malmenava la donna con una violenza sempre maggiore e cresciuta a tal punto da obbligare la stessa a ricorrere, in differenti occasioni, alle cure mediche”.