Morbillo, epidemia mortale in Romania

Morbillo-boom-europaSei giovani vite spezzate in Romania per un’epidemia di morbillo che conta quasi 1000 casi sparsi sul territorio: lo segnala l’Ecdc (Centro Europeo per il Controllo delle Malattie, nella traduzione italiana dell’acronimo) nel suo bollettino settimanale.

A morire, tre bambini sotto l’anno d’età (che rappresentano la fascia più colpita dal morbillo), un bambino di un anno con una distrofia grave, un adolescente con una patologia al fegato e un giovane adulto sieropositivo: si tratta di casi in cui non è possibile praticare la vaccinazione, viceversa i piccoli ce l’avrebbero fatta.

In tal senso, riportiamo le parole dell’Ecdc al riguardo: “Il morbillo può avere complicanze come polmonite, otite media, bronchiti e diarrea che si verificano comunemente nei bambini piccoli. La mortalità aumenta in bambini sotto i cinque anni e nelle persone immunocompromesse, inclusi i pazienti con leucemia, Aids e malnutrizione grave. Il morbillo rimane una delle cause principali di mortalità nei bambini nonostante un vaccino sicuro ed efficace sia disponibile da decenni”.