17 Novembre 2016: si venera Sant’Elisabetta d’Ungheria

225px-gherardo_starnina_-_santelisabetta_dungheriaIl 17 Novembre si festeggia Sant’Elisabetta d’Ungheria.

Venerata come santa dalla Chiesa cattolica, da Anglicani, Luterani e Veterocattolici, Elisabetta nacque nel 1207 dal re di Ungheria Andrea II il Gerosolimitano e dalla sua prima moglie Gertrude di Merania.

Nel 1211 fu inviata a Watburg, presso la corte di Turingia, per essere educata dalla futura suocera, Sofia di Baviera, affinché si unisse in matrimonio col primogenito Ermanno I, per stringere alleanza nella lotta contro l’imperatore Ottone IV.

Morto Ermanno I, nel 1221, a 14 anni Elisabetta fu data in sposa al fratello minore Ludovico IV, detto il Santo.

Elisabetta di Turingia aveva solo 20 anni quando, l’11 settembre del 1227, il suo sposo morì a Otranto, mentre era in attesa di imbarcarsi per la sesta crociata insieme a Federico II.

La vedova, che era già madre di tre figli, si ritirò a Eisenach, poi nel castello di Pottenstein e infine dimorò a Marburgo, dove si pose sotto la direzione spirituale del teologo Corrado di Marburgo.

Entrò nel Terz’Ordine francescano e si ritirò nell’ospedale che aveva fondato nella cittadina tedesca nel  1228 con il denaro della sua dote, dedicandosi fino alla fine alla carità e alla cura degli ammalati.

Visse da povera e non volle più fare ritorno in Ungheria finché, il 17 Novembre 1231, la morte la colse, a soli 24 anni.

Fu  proclamata santa a Perugia da papa Gregorio IX, il 27 maggio 1235.

La sua memoria liturgica, in origine fissata al 19 Novembre, fu spostata nel 1969 al 17 .

Tuttavia, in Ungheria, Germania, Austria, Svizzera tedesca e Alto Adige, la sua festa viene ancora celebrata il 19 Novembre.

MDM