Ascoli: trovate delle ossa bruciate sul Monte Ascensione

ossa-bruciateIl misterioso ritrovamento di ossa bruciate sul Monte Ascensione (Ascoli Piceno) ha creato fermento nella comunità: nella giornata di ieri un escursionista si è imbattuto nel mucchio di ossa bruciate ed ha avvertito le autorità locali che da quasi ventiquattro ore sta indagando sul luogo del ritrovamento per  scoprire se si tratta di ossa umane.

Nelle indagini, oltre il comando provinciale di Ascoli,  sono stati coinvolti anche i Ris di Roma (gli unici che hanno gli strumenti adatti per stabilire se si tratta di resti umani). Inoltre il sostituto procuratore Umberto Monti (titolare dell’inchiesta) ha disposto nel luogo del ritrovamento un sopralluogo della zona allo scopo di trovare degli indizi che possano condurre al colpevole di questo scempio.

il procuratore Monti è infatti convinto che i resti possano essere collegati alla sparizione, avvenuta nei giorni scorsi, di un uomo originario dell’Abruzzo: dopo la denuncia di scomparsa sporta dalla famiglia dell’uomo, le forze dell’ordine si sono imbattute nella sua macchina abbandonata nei pressi di Porto Sant’Elpidio (Fermo). Se le ossa dovessero essere umane, verranno effettuate ulteriori analisi per cercare di identificarne l’identità. Tutto fa supporre che la sparizione di quell’uomo non sia casuale e l’identificazione delle ossa potrebbe chiudere il cerchio dell’indagini sulla scomparsa trasformandole in indagini per omicidio.