Richard Branson rivela il Boom Jet: “Impiegherà tre ore per arrivare a Londra da New York”

boom-jetLa Virgin Galactic (Compagnia aerospaziale fondata dal magnate Richard Branson) continua la sua opera di sperimentazione tesa ad offrire esperienze di volo non convenzionali. Il progetto iniziale prevedeva di offrire la possibilità, a chiunque avesse a disposizioni 200.000 da spendere, di volare fino a cento chilometri d’altezza e sperimentare l’assenza di gravità.

Questa tipologia di businness improntata su un target di persone decisamente abbienti è stata una risposta all’iniziativa del centro spaziale russo che offre 6 giorni di viaggio a gravità zero per una cifra inarrivabile 99% della popolazione mondiale (200 milioni di dollari). Dato che la prima iniziativa, dopo qualche difficoltà iniziale, ha avuto successo, l’eccentrico multimiliardario ha deciso di ampliare l’offerta con una tratta più convenzionale (Londra-New York), mettendo a disposizione dei suoi clienti il “Boom” Jet: si tratta di un jet da quaranta posti capace di coprire la tratta aerea in appena 3 ore e mezza, usufruendo di una velocità di volo media di 1,400 km orari (velocità di percorrenza superiore persino a quella del Concorde).

Il target di mercato previsto è quello degli imprenditori che necessitano di viaggi costanti tra i due continenti, il prezzo del singolo biglietto è di 3,5oo dollari. Per usufruire commercialmente del “Boom” jet, però, bisognerà aspettare ancora qualche tempo, il primo volo infatti partirà nel corso del 2017.