Australia: oggi la sentenza per la donna che faceva sesso con il suo cane

jenna-louise-driscollJenna Driscoll, ventisettenne australiana di Brisbane, è stata arrestata lo scorso agosto per possesso e spaccio di droga, ma le indagini hanno portato alla luce un particolare ancora più sconvolgente: gli agenti esaminando i video nel cellulare della giovane australiana hanno trovato un video in cui la ragazza aveva un rapporto sessuale completo con il suo cane (un pittbull).

Dopo tre mesi di processo il giudice ha dichiarato di avere prove sufficienti per deliberare e si è ritirato per preparare la sentenza, lasciando l’aula dopo aver commentato in questa maniera il video: “La zoofilia è disgustosa, oltre ad essere un atto contro natura“. Jenna Driscoll verrà dunque giudicata per tre capi d’accusa legati alla droga ed una per abuso e maltrattamento di animali. Durante il processo il legale della donna ha dichiarato che la sua assistita ha girato quel video su precisa richiesta del suo ex fidanzato, e che questo l’ha diffuso per diffamarla.

Sebbene l’atto di zoofilia sia immorale e disgustoso, questo non consiste in un vero e proprio maltrattamento dell’animale, ha detto il portavoce dell’Associazione protezione animali, che in seguito ha aggiunto che l’unico motivo per sottrarre alle cure del padrone il suo cane è con l’evidenza di atti crudeli nei suoi confronti.