Iraq, ennesima strage: esplode autobomba durante festa di nozze, 40 morti e 60 feriti

L’ennesima strage in Iraq, ancora una volta in quello che dovrebbe essere un momento di gioia e di festa: un matrimonio. Che invece si è trasformato in un incubo. Un’autobomba sarebbe esplosa ieri ad Amriyat al Fallujah, cittadina situata a circa 60 km da Baghdad. Secondo le prime informazioni l’autobomba sarebbe stata attivata da un kamikaze. Obbiettivo della sanguinosa esplosione un matrimonio.

iraqCi sono state fin dall’inizio opinioni e ricostruzioni divergenti della strage: un responsabile sanitario ha parlato di 16 morti e di 30 feriti, mentre la tv curdo irachena Rudaw ha alzato il bilancio a 50 persone uccise, sia militari che civili, e decine di feriti. Al Jazeera invece parla di 40 persone uccise, e 60 i feriti. Secondo le fonti del luogo, fra le vittime ci sarebbe anche lo sposo, il figlio di un leader della zona che combatte attivamente contro lo Stato Islamico.

La cittadina di Amryat, dove è avvenuta l’esplosione, si trova nella provincia di Anbar ed è stata liberata a fine giugno dal controllo dello Stato Islamico. Per mezzo del network Amaq, l’Isis ha rivendicato come proprio il sanguinoso attacco. Lunedì scorso sempre nella stessa cittadina erano esplose due autobombe, una dopo l’altra, causando la morte di 5 persone ed il ferimento di 18.