Bimba morta di fame e sete a Milano: genitori condannati a 12 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:59

bimba-morta-di-stenti-a-milanoFu una vicenda terribile, quella risalente al febbraio 2015, quando una bimba di soli nove mesi venne trovata morta di stenti, a causa dei genitori, colpevoli di averla fatta vivere in condizioni insostenibili fino a provocarne la morte. Un episodio shock avvenuto a Milano e per il quale ieri è stata messa la parola fine con la condanna per Marco Falchi ed Olivia Beatrice, i genitori della piccola Aurora, a 12 anni di reclusione (i difensori avevano chiesto l’assoluzione).

Durante la sentenza della Corte d’assise di Milano, epilogo del processo che li vedeva accusati di maltrattamenti aggravati dalla morte della bimba, i due genitori non erano presenti in aula. Secondo la ricostruzione del pm Cristian Barilli, che nell’ultimo anno ha condotto le indagini, Aurora è deceduta nella notte tra il 26 ed il 27 febbraio 2015 in via Severoli, nell’appartamento milanese in cui viveva con i genitori. Ma Falchi e Grazioli non si sarebbero presi cura della bambina, nata sanissima, lasciandola per lunghe ore senza cibo ed acqua e facendole patire la fame e la sete al punto da perdere ogni energia. Barilli ha sottolineato come negli ultimi istanti di vita la piccola non avesse nemmeno la forza di tossire o di manifestare con il pianto il suo malessere.

Daniele Orlandi

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!