Bindi “da uccidere”? De Luca chiede scusa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:40

Vincenzo De Luca e Rosy Bindi Ritorna il sereno in casa PD dopo la bagarre De Luca – Bindi (che si protrae da parecchio tempo, se consideriamo che il casus belli è di un anno e mezzo fa. Ultimo atto, l’attacco di De Luca durante un’intervista a ‘Matrix’). Prima sono arrivate le parole del premier Renzi a ‘Otto e Mezzo’: “Vincenzo De Luca ha detto delle cose profondamente sbagliate e gliel’abbiamo detto. Ma non lo si può accostare alla mafia”. Aggiungendo poi: “Credo che Enzo De Luca debba chiedere scusa a Rosy Bindi per la frase del tutto inaccettabile che ha detto è una frase indifendibile ma il governatore è un campione della lotta alla illegalità e alla camorra nel suo territorio”.

Quindi, proprio come richiesto da Renzi, sono arrivate in serata le scuse ufficialo di De Luca: “Credo di aver chiarito la mia posizione mezz’ora dopo, esprimendo il mio rispetto per l’onorevole Bindi. E tuttavia, qui e lì, c’è chi continua l’opera di strumentalizzazione. É del tutto evidente che le mie parole, presentate così come sono state presentate, erano obiettivamente inaccettabili e obbligavano a chiedere scusa. Cosa che ho fatto e che faccio. Ho chiarito il contesto, credo davvero di non avere più nulla da aggiungere”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!