Trump presidente, razzisti scatenati. Fu lo stesso nel 2008…

nazisLe reazioni della popolazione dopo le vittorie di Barack Obama nel 2008 e di Donald Trump nel 2016 sono state egualmente intrise di razzismo. Su “Buzzfeed” vengono pubblicate alcune notizie e immagini che fanno riferimento a quanto accaduto dopo l’elezione a presidente degli Stati Uniti di Obama nel 2008, e cosa invece si è verificato all’indomani del trionfo di Trump lo scorso 8 novembre.

Ad esempio, nel 2008, una croce è stata bruciata a casa di sostenitori di Obama nel New Jersey perché avevano una scritta riportante la frase “Congratulazioni, Obama” nel proprio cortile. Quest’anno, dopo l’elezione di Trump, sono apparse scritte razziste in un bagno pubblico nel Minnesota.

A Vay, in Idaho, dopo la vittoria di Barack Obama nel 2008 è comparso un segno su un albero per indicare “l’impiccagione pubblica di Obama”. Nel 2016, a Wellsville, vicino New York, su un muro è comparsa una scritta con il famoso slogan di Trump “Make America great again” modificato in “Make America white again”, il tutto condito da una svastica nazista.

E i vandali non si sono fermati neppure davanti ad un edificio religioso: una Chiesa episcopale spagnola, nel Maryland, è stata macchiata dalla scritta “Trump Nation white only”. trumpchiesaNel 2008, alcuni studenti del North Carolina ammisero di aver realizzato scritte razziste contro Obama, come ad esempio “Black House”, Casa Nera.