Babbo Natale licenziato per aver messo Hilary Clinton nella lista dei cattivi

babbo_natalePuò un Babbo Natale prendere posizioni politiche? In Florida sì. A Sanford in un centro commerciale un uomo travestito da Santa Claus è stato licenziato per aver detto a una bambina di dieci anni che Hilary Clinton era nella sua lista dei cattivi. La madre della piccola ha sporto denuncia nei confronti del centro commerciale e a effetto immediato, l’uomo, a quanto pare a favore di Donald Trump, è stato sollevato dal suo incarico. Il Babbo Natale in questione avrebbe detto alla bambina: “Sai chi è nella mia lista dei cattivi? Hilary Clinton!” Il tutto accompagnato da una grossa risata.

Il gesto non è stato perdonato all’uomo che adesso non lavora più nel centro commerciale, ma continua a lavorare per la Noerr, un’azienda appaltatrice che fornisce persone travestite da Babbo Natale alle attività commerciali negli Stati Uniti. Un portavoce della società ha chiesto scusa alla famiglia della ragazzina, precisando che adesso il Babbo Natale è utilizzato per la consulenza nelle risorse umane. Scuse che sono state diffuse dalla Noerr anche attraverso il proprio profilo Facebook. Sul social network è stato scritto: “Babbo Natale è un simbolo universale di pace, di gioia e di buona volontà per tutti. Il Babbo Natale citato in Florida lavora ancora per noi in una diversa posizione lavorativa”. In più ha aggiunto la Noerr: “Il Babbo Natale seguirà un programma di formazione per le apparizioni future. La nostra missione è quella di creare incrollabile magia, ispirare sorrisi e catturare i ricordi, per i giovani e meno giovani”. Insomma anche Babbo Natale dovrà darsi una regolata ed evitare di esporsi politicamente per non finire nei guai.