Il Papa chiude la Porta della Misericordia, si conclude il Giubileo Straordinario

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:25

Si è ufficialmente concluso il Giubileo Straordinario della Misericordia indetto da Papa Francesco un anno fa. Il Pontefice ha chiuso i battenti della porta del Consorti, nella Basilica di San Pietro, questa mattina. Si trattava dell’ultima porta santa rimasta aperta in tutto il mondo: le altre, in ogni nazione, erano state chiuse nel corso degli ultimi giorni. Il Giubileo della Misericordia ha attirato milioni di persone da tutto il mondo, si stima che almeno 22 milioni di fedeli abbiano attraversato la Porta Santa del Vaticano in San Pietro.

giubileoNegli ultimi mesi almeno 50mila pellegrini, persone disabili e malate, hanno raggiunto San Pietro per pregare. “Chiudiamo oggi la Porta Santa, ringraziando Dio per averci concesso questo tempo straordinario di grazia. Il Giubileo della Misericordia, che oggi si conclude, continui a portare frutti nei cuori e nelle opere dei credenti” ha scritto su Twitter Papa Francesco. Alla cerimonia della chiusura della Porta Santa hanno partecipato alcune delle maggiori cariche dello Stato, fra cui il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e il sindaco di Roma, Virginia Raggi. 

“Quante volte, anche tra noi, si sono ricercate le appaganti sicurezze offerte dal mondo. Quante volte siamo stati tentati di scendere dalla croce. La forza di attrazione del potere e del successo è sembrata una via facile e rapida per diffondere il Vangelo, dimenticando in fretta come opera il regno di Dio. Quest’Anno della misericordia ci ha invitato a riscoprire il centro, a ritornare all’essenziale” ha detto il Papa nell’Omelia. 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!