Velletri, Bull Mastiff azzanna la padrona e sbrana il vicino di casa: salvi grazie all’intervento della polizia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:58

Una storia che ha del terrificante quella avvenuta ieri a Velletri, provincia di Roma. Un Bull Mastiff di 60 kg e più ha attaccato la sua padrona, una donna di 68 anni, e non pago ha anche aggredito il vicino di casa, un uomo di 81 anni, che è stato quasi sbranato dall’animale che gli ha provocato addirittura l’amputazione dell’arto superiore.

bull-mastiffIl cane ha scatenato una ferocia terrificante, dovuta, sembra, al fatto che la padrona l’abbia sgridato perché l’animale aveva ricorso dei bambini e la loro mamma, vicini di casa della donna, che sono fuggiti chiudendosi in casa. A quel punto il cane ha aggredito la padrona, che ha riportato alcune ferite sul corpo, non gravi. Se l’è vista molto peggio il vicino di casa, che era intervenuto con un bastone per fermare l’animale. Quando la polizia è arrivata sul luogo dell’aggressione, l’uomo era stato travolto dal cane, che gli stava sbranando le braccia, tanto da avergli procurato delle fratture alle ossa e da amputargli una parte del braccio.

Una violenza inaudita: i poliziotti hanno sparato alle zampe al cane, ponendo così fine alla sua furia assassina. Solo in quel momento il cane si è fermato. L’uomo è stato portato in codice rosso all’ospedale, con gravi ferite agli arti superiori ed una semi amputazione al braccio. Il cane non era dotato di microchip e non era iscritto all’anagrafe. Il cane è sopravvissuto agli spari.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!