Referendum Costituzionale, stampa USA: “Se vince il no, Italia fuori dall’euro”

matteo-renzi-giappone-riforme-770x512Se secondo l’agenzia statunitense Bloomberg un’eventuale sconfitta del governo Renzi al referendum costituzionale del 4 dicembre non porterebbe a scenari catastrofici, per il Financial Times invece il nostro Paese uscirebbe fuori dall’euro in caso di vittoria del NO. Secondo Wolfgang Munchau, condirettore del Financial Times, la recente vittoria di Donald Trump negli Stati Uniti e l’uscita della Gran Bretagna dall’Eurozona insieme a una possibile sconfitta del SI al referendum di casa nostra, porterebbe a “una serie di eventi che solleverebbero dubbi sulla permanenza dell’Italia nell’Eurozona”. Munchau continua scrivendo: “il 5 dicembre l’Europa potrebbe svegliarsi con l’immediata minaccia della disintegrazione”. Uno scenario apocalittico che potrebbe spaventare i cittadini italiani. Sempre secondo il Financial Times la soluzione sarebbe quella di attuare ‘l’European Stability Mechanism’, un sistema di salvataggio dei Paesi dell’Eurozona soprattutto di Francia e Italia.

Anche la possibile vittoria alle presidenziali di Marine Le Pen spaventa perché si potrebbe avere una ‘Frexit‘ (l’uscita della Francia dall’Eurozona) e quindi l’Unione Europea come l’euro sarebbero finiti il giorno successivo. Secondo il Wall Strett Journal ci sarebbero catastrofi a livello economico in caso di fallimento del Referendum con cadute dei titoli bancari italiani. Per il giornale statunitense sarebbe meglio l’istituzione di un governo tecnico rispetto a un ipotetico governo Cinque Stelle che vorrebbe indire un referendum sull’euro destabilizzando tutto il Sud Europa.