Roma, liberiano stupra giovane donna: arrestato

romastuproUn altro episodio di violenza nei confronti delle donne. Stavolta la cronaca riguarda un fatto accaduto a Roma sabato scorso, in zona San Basilio, dove un uomo ha stuprato una giovane straniera.

La ragazza si trovava a Roma da poco e sabato scorso era in difficoltà nel riuscire a ritrovare la sua abitazione. Per questo, un liberiano di 36 anni (L.B.J., queste le sue iniziali) si è offerto di accompagnarla a casa. La vittima si è maldestramente fidata dell’uomo, ed è salita con lui sull’autobus, speranzosa che fosse il mezzo che l’avrebbe riportata a casa. Ma così non era: quando l’uomo l’ha invitata a scendere dal bus, la donna ha subito intuito di non trovarsi nella zona della sua abitazione. Infatti, il liberiano ha fatto scendere la giovane straniera in Via Tiburtina.

Dopo averle serrato la bocca con una mano, il 36enne l’ha trascinata all’interno di un edificio fatiscente occupato da persone senza fissa dimora: lì dentro l’ha legata, imbavagliata ed ha abusato di lei. 

Dopo un’ora, la vittima è riuscita a liberarsi del bavaglio e ha cominciato ad urlare chiedendo aiuto. Un passante, allarmatosi, ha chiamato la polizia: quando sono giunti sul posto, gli agenti hanno aperto la porta e hanno rinvenuto la povera donna riversa su un materasso. Soccorsa dal personale del 118 è stata trasportata in ospedale per le cure. L’aguzzino, già noto alle forze dell’ordine, si trovava ancora all’interno della stanza: è stato arrestato e condotto a Regina Coeli. Dovrà rispondere di violenza sessuale e sequestro di persona.