Liguria, massima allerta: torrenti gonfi d’acqua

liguriaAllerta rossa per gran parte della Liguria, arancione sull’entroterra genovese e gialla per lo spezzino. Questo il quadro della situazione in regione, dopo le abbondanti piogge cadute negli ultimi giorni e che ancora persistono: al livello di guardia c’è già il Tanaro nel tratto tra le due regioni, in crescita l’Arroscia e il Centa. A preoccupare maggiormente sono proprio i bacini dell’entroterra. Su Genova e Savona l’allerta rossa è scattata alle 6 di stamattina.

Intanto si sta provvedendo a controllare sia i corsi d’acqua e si sta procedendo ad emanare i vari divieti per la salvaguardia della popolazione. Intanto nessuna notizia sul migrante disperso nel fiume Roja in piena un paio di giorni fa: le ricerche sono state sospese.

L’Arpal spiega che sono attese piogge “diffuse con quantitativi elevati su tutta la regione e molto elevati sull’estremo ponente”. Previsti “temporali forti, organizzati e persistenti sul centro e sul ponente della regione e probabili temporali forti sul levante, da Portofino alla Spezia”.

Restano chiuse le scuole e le università a Genova, Imperia e Savona, e se il maltempo dovesse continuare la chiusura potrebbe estendersi anche ai prossimi giorni.

Sospese tutte le manifestazioni all’aperto e dei mercati rionali, chiusi musei civici, biblioteche, impianti sportivi pubblici e privati, parchi, giardini pubblici e cimiteri.