Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Scandalo Benigni, 16mila € per il jet privato pagato con i soldi dell’università

CONDIVIDI

La Procura Regionale della Corte dei Conti ha chiesto al ministro Giannini, ai tempi rettore dell’università per stranieri di Perugia, di fare luce sui soldi che sono stati spesi dalla struttura universitaria per portare Roberto Benigni da Ciampino fino a Bruxelles allo scopo di partecipare ad un convegno.
Quanti soldi? Almeno 16mila euro, per un viaggio aereo che nel 2011 portò l’attore fino a Bruxelles. Una cifra estremamente alta, troppo alta per la Corte dei Conti che adesso, a distanza di cinque anni dai fatti, chiede chiarezza.

Roberto Benigni
Roberto Benigni

I fatti in questione si sono svolti l’8 novembre del 2011: in occasione dei 150 anni per l’unità d’Italia, l’ex rettore dell’Università di Perugia per gli Stranieri Giannini fece il possibile per permettere a Benigni e ad altre quattro persone di recarsi fino a Bruxelles, dove sarebbe stata tenuta una lezione su Dante e sulla Divina Commedia. 

Come riportato dal Corriere della Sera, la partecipazione di Benigni all’incontro non era certa, e la Giannini firmò allora un contatto per affittare un jet privato, un Falcon 20, per l’evento. Una spesa di 16mila euro alla quale, aggiunge il Corriere, bisogna sommarne anche altre. La Corte dei Conti adesso ha notificato un invito a chiarire la questione a Giannini e al direttore dell’Università, Antonella Bianconi.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram