Turchia, attentato ad Adana: 2 morti, 33 feriti. Arrestato un sospetto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:33

Non si placa la violenza in Turchia, un clima di sangue e terrorismo che negli ultimi mesi sta trasformando il Paese regalandogli un clima invivibile.
Questa mattina alle 8:05 (6:05 ore italiane) una autobomba è esplosa nel parcheggio situato davanti alla sede del Governatore, ad Adana capoluogo di provincia nella regione meridionale della Turchia.
Proprio in questa zona si trova oggi il Ministro dell’energia turco, Albayrak, che è imparentato con il presidente turco Erdogan.

turchiaL’attentato ha ucciso due persone, e ne ha ferite 33. L’autobomba era collocata di fronte all’ingresso degli uffici, dove entrano gli ufficiali. La polizia ha individuato un uomo a bordo di un veicolo commerciale che, a detta degli agenti, cercava di fuggire dal luogo dell’attentato. Dopo averlo ferito nel corso di una sparatoria, lo hanno arrestato. Tutta la città ha udito l’esplosione: i palazzi vicini hanno visto i vetri andare in frantumi.

Lo scoppio è stato molto violento. La polizia è convinta che l’attacco sia stato portato a termine da una donna, una terrorista, che avrebbe azionato il detonatore dell’autobomba. La polizia, secondo il governatore Dermitas, è già sulle tracce della terrorista. Il governo sembra propenso ad attribuire l’attentato all’organizzazione terrorista ed estremista del Pkk, il partito dei lavoratori curdo.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!