Referendum, la bufala delle 500mila schede elettorali trovate già segnate con il “Sì”

Una notizia scioccante si sta diffondendo in queste ore, gravate dell’attesa del referendum costituzionale del 4 dicembre. Alcuni siti hanno riportato infatti che a Rignano sul Membro siano state trovate almeno 500mila schede elettorali già segnate con il Sì, abbandonate per strada. Se fosse vero, capiamo bene come un numero simile assicurerebbe il 3% dei voti al fronte del Sì, una percentuale sicuramente molto importante.

bufalaIl fatto è che la notizia non è vera, anzi: si tratta di una bufala che incendia la retorica del Sì e del No al referendum. La bufala riporta che il plico con 500mila schede già segnate sarebbe stato trovato in Via della Pazienza e che sarebbero serviti almeno venti uomini per sollevarlo. Credibile? Non proprio, anzi. Tante indicazioni, fra cui la mancata ripresa della notizia da parte di un giornale che possa dirsi autorevole, sembrano far propendere per il fatto che si tratti semplicemente di una bufala pre elettorale, una falsità che però non si concretizza in nulla.

Non posso ancora crederci, stavo passeggiando con il cane come tutti i giorni, quando vedo per terra qualche scheda elettorale, la vicenda mi è sembrata abbastanza strana, ma non sapevo quello che mi aspettava, cento metri più avanti infatti ho trovato interi sacchi neri dell’immondizia pieni di queste schede, e tutte segnate per il SI!”. Questa sarebbe la testimonianza di colui che ha detto di aver rinvenuto il pacco. Ma in mancanza di ogni tipo di conferma, questa sembra essere l’ennesima bufala.