Bath: sviluppi sul rugbista scomparso, trovato un cadavere nel fiume Avon

henry-burkePotrebbe essersi conclusa in tragedia la ricerca del giovane rugbista, Henry Burke, scomparso venerdì sera dopo una serata in discoteca a Bath (Inghilterra). La polizia britannica, stamane, nel corso delle ricerche, ha rinvenuto un corpo nel fiume Avon (corso fluviale che bagna le rive di Bath) che corrisponderebbe all’età ed alla descrizione fisica fornita alla polizia da parenti ed amici.

Henry, giovane e talentuoso rugbista di 19 anni, era andato a ballare venerdì sera con un gruppo di amici alla discoteca Zero Zero, durante la serata era stato visto da alcuni conoscenti che discuteva in bagno con altri due ragazzi (Henry aveva raccontato alla fidanzata che era intervenuto in una rissa per dividere due contendenti). In seguito all’alterco il giovane era stato spintonato fuori dal club e si era sfogato con la propria fidanzata, Emma Comley, chiudendo poi la chiamata con un tenero “Ti amo“.

Dopo quell’ultimo messaggio ne Emma ne i familiari hanno più avuto notizie di Henry, data la situazione hanno temuto il peggio (il ragazzo era ubriaco e veniva da una colluttazione) ed hanno prima denunciato la scomparsa e poi cercato aiuto sui social per avere notizie del loro caro, questo il messaggio della fidanzata su Facebook: “Era andato a ballare in discoteca, in un club chiamato Zero Zero ed è stato visto e sentito per l’ultima volta intorno a mezzanotte. Non ha fatto ritorno a casa quella notte e nessuno lo ha più sentito, il suo cellulare è “Morto”. La polizia adesso è coinvolta. E’ terribile ma nessuno sa niente, quindi prego chiunque sappia qualcosa a farci pervenire notizie, il prima possibile“.

Le peggiori sensazioni della ragazza e dei familiari potrebbero essere state confermate, adesso si attendono i risultati dell’autopsia per confermare l’identità del cadavere che dopo giorni in acqua è completamente sfigurato in viso.