Terrore in Francia, minaccia terroristica alta: nel mirino Disnelyand Paris e Champs-Elysees

La minaccia terroristica in Francia è più alta che mai dopo l’arresto di sei persone, aspiranti terroristi, avvenuto nella notte fra sabato e domenica. Nel mirino della banda di terroristi c’erano gli Champs-Elysees, Disneyland Paris, diversi luoghi di culto e cafè della Capitale. Una minaccia quanto mai concreta e reale, inquietante quanto come la polizia ha reso noto i sei erano pronti ad entrare in azione dal 1 dicembre, ed erano stati appurati i collegamenti dei terroristi con la Siria.

francia-terrorismoI sei facevano parte dello Stato Islamico, e la notte prima dell’arresto avevano scaricato l’applicazione Periscope, per registrare le loro imprese suicide. I sei si tenevano inoltre in costante contatto con le milizie dell’IS, utilizzando messaggi criptati per non essere intercettati. Otto mesi di indagine per poter giungere all’arresto degli aspiranti terroristi che volevano mettere a ferro e fuoco Parigi.

Secondo il procuratore dell’antiterrorismo, Francois Molins, il gruppo “si apprestava a passare all’azione in modo imminente, probabilmente il primo dicembre”. Sempre secondo il Procuratore dell’antiterrorismo francese, i sei erano “effettivi dell’Isis telecomandati dalla zona tra Siria e Iraq”. Una dimostrazione, se mai fosse necessario, di quanto ancora alta sia la minaccia terroristica in Occidente specie in prossimità delle feste natalizie.