Dramma sulle Alpi: donna precipita durante la scalata e muore

alpi-cuneesi Marilena Re (commessa di 41 anni) si stava concedendo una domenica di relax con gruppo di amici sulle Alpi cuneesi, il programma della giornata prevedeva la scalata della parete della valle del Gesso (la Falesia delle Calcare) e dopo essere arrivati in cima uno snack ristoratore in un bar a fondo valle.

Tutto procedeva per il meglio, Marilena era quasi arrivata in cima, quando, ad un tratto, la corda di sicurezza ha ceduto e la povera commessa originaria di Dronero (Cuneo) è precipitata da circa venti metri impattando violentemente sul terreno sottostante. Gli amici, terrorizzati dall’accaduto, hanno chiamato repentinamente i soccorsi che non hanno tardato ad arrivare, purtroppo all’arrivo dell’eliambulanza per la donna non c’era nulla da fare, infatti, era già morta, probabilmente subito dopo l’impatto.

Sul luogo del brutto incidente si sono recati anche i carabinieri per effettuare i rilevamenti necessari a costatare le modalità del decesso, da una prima ricostruzione sembra che la donna abbia commesso un errore nel fissare la corda con il picchetto, che questo si sia staccato una volta che ha fatto peso su di esso e l’abbia fatta precipitare incontro alla morte. Per maggiore sicurezza le forze dell’ordine procederanno con le indagini ma con ogni probabilità quello di oggi verrà etichettato come l’ennesima fatalità dovuta alla pericolosità degli sport alpini.