Notte di scosse in Centro Italia, 14 dalla mezzanotte al mattino. La più forte magnitudo 3.5

Non si placano le scosse di terremoto in Centro Italia. Nei territori devastati dal sisma magnitudo 6 e 6.5 del 23 agosto e del 30 ottobre, la terra prosegue a tremare, più o meno forte, ma inesorabilmente, cancellando la tranquillità e la serenità di queste popolazioni. Anche questa notte, le scosse si sono sentite: ne sono state contate almeno 14, da mezzanotte fino al mattino, registrate dal Centro Italia.

scosse-nella-notteL’Istituto Nazionale di Geofisica e di Vulcanologia, l’INGV, ha sostenuto che questa notte la scossa già forte in assoluto la sia ha avuta alle 4:57 del mattino, con magnitudo 3.5, e con epicentro fra Arquata del Tronto (in provincia di Ascoli Piceno, pesantemente danneggiata dal sisma di fine agosto) e Norcia (in provincia di Perugia, enormemente colpita dal terremoto del 30 ottobre che ha anche causato il crollo della Basilica). L’epicentro è stato individuato nei pressi di Castelluccio di Norcia, la profondità della scossa è stata di 9 km circa.

Non si segnala però alcun nuovo crollo in conseguenza alle quattordici scosse che si sono alternate nel corso della notte. Una scossa più debole, magnitudo 3.1 scala Richter, è stata avvertita alle 01:42 con ipocentro a 10 km di profondità sempre nei territori colpiti dai disastrosi sismi di fine agosto e di fine ottobre.