28 Novembre 2016: si venera San Giacomo della Marca

san_giacomo_della_marcaIl 28 Novembre la Chiesa Cattolica festeggia San Giacomo della Marca, religioso e sacerdote.

Nato a Monteprandone, in provincia di Ascoli Piceno, nel settembre del 1393, Giacomo – al secolo Domenico Gangala -, studiò prima ad Ascoli, in seguito laureandosi in diritto a Perugia.

Fu giudice e notaio in Toscana, ma si sentiva chiamato alla vita religiosa, cosicché all’età di 22 anni, dopo essere entrato nell’Ordine dei Frati Minori, ricevette il saio francescano dalle mani di San Bernardino da Siena e nel 1413 fu ordinato sacerdote.

Come il suo maestro, anche Giacomo si dedicò all’evangelizzazione, in patria ma anche all’estero: in Austria, Polonia, Boemia, Bosnia e Ungheria fu, per conto del pontefice, inquisitore contro le eresie.

Combatté con ardore contro l’usura e per fare fronte a questa creò i Monti della Pietà, dove i poveri potevano impegnare le proprie cose senza incappare negli usurai.

A Roccamonfina, in provincia di Caserta, fondò assieme a Bernardino il Santuario di Maria Santissima dei Lattani e in tutta Italia basiliche, biblioteche, nuove confraternite. In Europa centrale fondò molti conventi.

Partecipò al Concilio di Firenze, fu nominato nunzio apostolico al fine di predicare a favore della crociata contro i Turchi, e ancora fu proposto arcivescovo di Milano, ma rifiutò l’incarico.

Giacomo osservava lunghi digiuni, dormiva pochissimo, portava il cilicio. Gli fu impartita l’estrema unzione per ben sei volte, ma resistette.

Morì il 28 novembre 1476 a Napoli e fu sepolto nella chiesa di Santa Maria la Nova.

Nel 2001 il corpo è stato traslato nel suo paese natìo, nel santuario “Santa Maria delle Grazie”, da lui fondato nel 1449.

Fu proclamato santo da Papa Benedetto XIII il 10 dicembre 1726.

MDM