5000 pesci congelati, l’ira del web: pista di pattinaggio costretta a chiudere

pistagiapponeCirca 5000 pesci congelati nel ghiaccio. Le critiche erano diventate talmente aspre che la pista di pattinaggio di un parco giochi giapponese non ha potuto fare altro che chiudere i battenti.

A far partire l’indignazione generale era stato un servizio trasmesso da una televisione locale, immediatamente diffuso sul web: gli utenti dei social network si sono scatenati, definendo “immorale e crudele” l’attrazione presente nel parco di divertimenti.

Una struttura che gli operatori dello Space World, nella prefettura di Fukuoka, avevano inaugurato poco meno di quindici giorni fa, pubblicizzandola come esclusiva mondiale. Lo skate park nuovo di zecca, infatti, permetteva di pattinare sopra 25 diverse specie di animali marini, con lucci e merluzzi ornamentali.

Ma quella che per gli ideatori poteva sembrare come un’attrazione irresistibile ha scatenato le proteste del popolo della rete, che l’ha classificata come una scelta “di cattivo gusto”.

Toshimi Takeda, manager di Space World, ha tentato di giustificarsi spiegando come la volontà del parco fosse quella di far conoscere ai bambini le varietà degli animali marini. Takeda, travolto dalle critiche, si è detto pronto ad accettare le stesse, chiudendo la pista. Il manager, probabilmente per provare a rimediare (seppure parzialmente),  ha promesso un servizio funebre in memoria della fauna ittica che si terrà con l’inizio del nuovo anno.