Attentato a Bologna, colpevoli ritratti dalle telecamere. Renzi: “Li prenderemo”

Le immagini delle telecamere li hanno immortalati: tre soggetti con i guanti neri sulle mani, tutti vestiti di nero, pantaloni, k-way e scarpe. Sono i tre criminali che la notte scorsa hanno piazzato due taniche di benzina con un detonatore di fronte al portone della stazione dei Carabinieri “Corticella” a Bologna. Sono stati immortalati dalle telecamere e gli investigatori stanno cercando di ricostruire l’accaduto e di incastrare i tre.

schermata-2016-11-28-alle-10-05-42Il boato dell’esplosione si è sentito in tutto il quartiere ed a km di distanza, creando panico nella popolazione. I dieci militari che dormivano dentro non si sono fatti nulla, sono solo stati spaventati. Simultanea la reazione politica all’accaduto: “Porto l’abbraccio e la solidarietà di tutti gli italiani ai carabinieri. Li prenderemo” ha detto Renzi. Alfano ha parlato invece di “un episodio gravissimo, da non sottovalutare e noi siamo molto attenti a ogni segnale che proviene dal territorio”.

Siamo vicini ai nostri Carabinieri e siamo e saremo durissimi contro chi crede, con queste violenze, di affermarsi contro la forza della Stato” ha detto Alfano telefonando al comandante dell’Arma, Tullio del Sette. Spero che individuino presto i responsabili che tanto non ci vuole molto a capire chi possano essere: soliti anarchici legati ai centri sociali coccolati dalle sinistre” ha sostenuto il consigliere di Forza Italia, Galeazzo Bignami, facendo riferimento alla presenza di molti centri sociali nella città che si rendono responsabili di degrado, rumore e violenze a Bologna.