Minacciava Piero Pelù e famiglia: condannato agli arresti domiciliari

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:21

piero-pelu-the-voiceUn ossessione morbosa è costata cara a Angelo Musciotto, uomo di 47 anni residente a Firenze, che dopo mesi di stalking ai danni dell’ex compagna di Piero Pelù è stato arrestato su ordinanza del Gip Zanobbi.

Tutto è cominciato ad inizio 2016 quando il front man dei Litfiba ha presentato la denuncia al commissariato di Firenze insieme all’ex compagna. Musciotto aveva cominciato a contattare insistentemente la donna dopo averla aggiunta su Facebook, lei gli aveva fatto capire di non essere interessata, ma lui continuava ad insistere con messaggi e chiamate al cellulare. In un primo momento la donna si è limitata a bloccare il contatto Facebook, ma questo semplice impedimento non ha fermato il molestatore che ha continuato la sua persecuzione, dopo la denuncia alla polizia, il giudice ha emesso un ordinanza cautelare nei suoi confronti nella speranza che questo lo facesse desistere dai suoi comportamenti vessatori e assillanti.

Dopo l’ordinanza del giudice l’uomo si è sentito sfidato dai due e la sua molestia è diventata ancora più insistente fino a sfociare in minacce vere e proprie rivolte sia alla donna che alla figlia ed al cantante (negli ultimi messaggi l’uomo aveva inviato foto di armi da fuoco per intimorirli). Pelù e compagna si sono rivolti nuovamente alla polizia presentando le nuove prove a carico del molestatore, a quel punto i militari hanno costretto l’uomo ai domiciliari.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!