Morte Fidel Castro, i repubblicani: “Obama non vada ai funerali”

fidelobamaIl popolo cubano, dopo l’iniziale sgomento per la morte di Fidel Castro, si sta preparando per omaggiare nel migliore dei modi il suo “Comandante” nello scenario simbolico di Plaza de la Revolucion a L’Avana. Una partecipazione di massa che darà il via a una settimana di celebrazioni della controversa figura del Lider Maximo.

Ma sui suoi funerali, che vedranno la presenza di molti capi di Stato e personaggi di spicco della politica mondiale (e non solo), è già sorta la polemica. Dove? Ovviamente negli Stati Uniti. Il tweet di Newt Gingrich, ex speaker della Camera e tra i sostenitori della prima ora di Donald Trump, non lascia spazio ad interpretazioni: “Per nessun motivo il presidente Obama, il vice presidente Biden o il segretario di stato Kerry devono andare a Cuba per i funerali di Castro. Era un tiranno”.

Un’opinione che rafforza la convinzione di chi crede che tutto il lavoro portato avanti dall’amministrazione Obama per giungere ad un nuovo capitolo nelle relazioni tra i due Paese possa essere spazzato via dall’avvento del repubblicano Donald Trump, recentemente eletto 45esimo presidente USA. Su tale questione, la manager della campagna del tycoon, Kellyanne Conway, ha preferito non rispondere, mentre il designato capo dello staff di Trump, Rience Priebus, si è lascito sfuggire che il magnate vorrebbe vedere ‘dei movimenti nella “giusta direzione” da parte del governo all’Avana’.