Partenza ‘sprint’? A colazione mangiate il gelato!

gelatocolazioneE’ sempre difficile trovare le forze di alzarsi dal letto la mattina. E anche quando riusciamo a toglierci le coperte di dosso, ci mettiamo sempre un pò prima di ‘accenderci’ e cominciare la giornata. Ma già una buona colazione può esserci di aiuto. Caffè? Cappuccino? Macchè: una pallina di gelato.

Ad affermarlo uno scienziato giapponese, Yoshihiko Koga, docente alla Kyorin University Hospital di Tokyo, secondo cui a colazione una pallina di gelato darebbe un vero e proprio “brain boost”, ossia una spinta mentale eccezionale.

Lo studio portato avanti dallo scienziato nipponico ha evidenziato che coloro che ingerivano gelato (tre cucchiai appena svegli) avevano tempi di reazione molto più rapidi rispetto a coloro che non ne ususfruivano. Koga, specializzato in psicofisiologia, li ha ‘testati’ tramite alcuni esercizi da fare al computer, misurando le loro onde cerebrali: il ricercatore ha così rilevato un aumento delle “onde alfa“, associate con la concentrazione, il rilassamento mentale e il coordinamento.

Allo scienziato giapponese è anche venuto il dubbio che la “partenza sprint” fosse dovuta alla temperatura del gelato: per questo ha operato lo stesso test con dell’acqua molto fredda, ma l’effetto di aumento delle prestazioni mentali e la vigilanza era comunque molto più pronunciato in chi si era gustato il gelato a colazione.