Russia, campione di scacchi 20enne precipita e muore mentre fa “Parkour”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:45

La sua passione gli è costata la vita. E’ morto tragicamente il 20enne, promessa degli scacchi e conosciuto in Russia per la sua capacità tecnica nel gioco che gli è valsa il titolo di campione Under 16 nel 2012 e di Grandmaster a 17 anni. Il campione di scacchi si chiamava Yuri Eliseev, ed è morto a Mosca sabato sera, cadendo tragicamente dal dodicesimo piano del suo condominio mentre cercava di raggiungere il balcone dell’appartamento vicino. Il giovane stava facendo parkour, una moda pericolosa che appassiona tanti ragazzi che vivono in città, e che è costata la vita al giovane campione.

scacchiLa notizia della morte del 20enne è stata resa nota dal suo amico e collega Daniil Dubo, che ha pubblicato questo post su Facebook: “Questa notte ci ha tragicamente lasciato un mio caro amico, un giocatore di scacchi brillante e un analista, una delle persone di maggior talento che io abbia mai conosciuto”.

Non si tratta del primo giovane a morire a causa di questa pericolosa pratica. All’inizio del 2016 un 13enne era precipitato da 30 metri mentre faceva parkour a Saratov, in Russia.
Un 18enne italiano era morto invece nel giugno del 2015 nella zona industriale alle porte di Parma, precipitando da dieci metri di altezza.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!