Fidel Castro, tutto il mondo a L’Avana per il saluto al “leader maximo”

fidelcastroImpressionante. Può essere sintetizzata così la marea umana che oggi ha invaso L’Avana per il saluto a Fidel Castro: decine e decine di pullman sono parcheggiati nei pressi della piazza e indicano tutte le citta’ di provenienza, da Santa Clara a Trinidad. Il popolo cubano è stato l’assoluto protagonista della giornata di oggi, palesando tutto l’amore per il Comandante, scomparso il 25 novembre scorso all’età di 90 anni.

Davanti a migliaia di persone nella Plaza de la Revolucion, la piazza del Comandante en Jefe, sfilano capi di Stato e delegazioni per portare omaggio al Lider Maximo.

Raul Castro ha voluto ringraziare il mondo intero “per la solidarieta’ e il rispetto mostrati per la morte del fratello Fidel”, e lo ha fatto concludendo il discorso con lo slogan più caro al leader cubano: “Hasta la victoria siempre!”.

Raul ha inoltre ringraziato il popolo cubano per l’appoggio e l’amore mostrato. La risposta e’ chiara: ”Cuba es Fidel. Yo soy Fidel”.

Sul palco sono saliti i vari leader che hanno voluto portare i loro omaggi a Fidel Castro. Su tutti il presidente del Sud Africa, Jacob Zuma, che ricorda come il Comandante en Jefe e i cubani hanno ”aiutato l’Africa senza voler ne’ diamanti ne’ petrolio”. “Fidel – afferma Zuma – era un combattente che credeva che anche i poveri dovessero vivere con dignita’. Per questo la rivoluzione cubana continua a ispirare il mondo”.

‘Fidel e’ simbolo di indipendenza – ha detto il primo ministro greco Alexis Tsipras – Per noi in Europa e’ difficile capire cosa avete passato: noi abbiamo la logica inumana del libero capitalismo e del neoliberismo”.