Torino, padre e figlia trovati senza vita in casa, è giallo sulla loro morte

E’ giallo a Torino, dove padre e figlia sono stati trovati senza vita nel loro appartamento. Il ritrovamento è avvenuto questa mattina nella loro casa in via Negarville. La scoperta è stata effettuata dalla moglie dell’uomo e madre della donna morta, Angela Gasbarroni, che ha dato subito l’allarme chiamando il fratello e poi i soccorsi: ma per i due non c’era più nulla da fare.

schermata-2016-11-30-alle-12-23-39Secondo le prime informazioni rilasciate sul caso il padre di 71 anni, Vito Leone, che soffriva di diabete, sarebbe morto ieri sera. Non è ancora possibile stabilire il perché del suo decesso, per questo è stata disposta l’autopsia: una prima ipotesi è che la morte possa essere stata causata dalla mancata assunzione di insulina.

La figlia, invece, Roberta Leone, di 41 anni ed affetta da sindrome di Down, potrebbe essere morta questa mattina. Non si conoscono le cause della sua morte, forse un arresto cardiaco. Il padre era pensionato, mentre Roberta lavorava in una cooperativa. I due sono stati trovati morti nella stessa stanza ed erano stati visti per l’ultima volta due giorni fa. Secondo una prima interpretazione dei fatti si tratterebbe di morte naturale. 
La famiglia vive in questa zona da almeno quindici anni, il pensionato lavorava nella Fiat e poi come dipendente delle ferrovie.