Coppia Killer Saronno: tra l’omerta’ dei colleghi e i nuovi dettagli inquietanti

Saronno Coppia KillerAumentano i dettagli agghiaccianti legati alla coppia killer di Saronno (la coppia composta da un viceprimario anestetista e la sua amante infermiera che avrebbe ucciso diverse persone somministandog farmaci non necessari): parrebbe che altre persone sarebbero stati a conoscenza del modus operandi della coppia. Una collega, ad esempio, sarebbe stata assunta in Ospedale in cambio del suo silenzio. Queste le parole della dottoressa, adesso indagata per falso deontologico, riportate da diversi giornali online: “Se non ho un lavoro faccio scoppiare un casino! E ho le carte in mano per farlo scoppiare davvero perché adesso sono veramente stanca di essere presa per il c…”.deontologico.

Altre persone ipotizzavano che l’anestesista Lorenzo Cazzaniga e l’infermiera Laura Taroni operasso in maniera – per usare un eufemismo – non idonea: sarebbero parecchi gli addetti ai lavori che cervano di cambiare turno quando i due erano in reparto assieme. Secondo gli inquirenti, sono almeno 35 le morti sospette avvenute tra il 2011 e il 2014 nell’Ospedale di Saronno quando Cazzaniga era di turno.

Tra le morti sospette, quelle di Massimo Guerra e Maria Rita Clerici, marito e madre della Taroni. E proprio sull’infermiera aumentano gli elementi che vanno a formare un quadro davvero desolante: parrebbe che, appena terminato il funerale del marito (morto nel 2013), la Taroni sarebbe andata a comprarsi un cellulare di ultima generazione coi soldi trasferiti dal conto in banca dei suoceri scomparsi.