India, le banche assediate dalla popolazione infuriata: non c’è abbastanza contante

Le autorità indiane nelle ultime settimane hanno inaugurato una vera e propria lotta contro il denaro contante, eliminando alcuni tagli di banconote cosiddetti “medi” (cioè la maggior parte) e causando così più o meno indirettamente anche suicidi e disperazione specialmente nelle fasce più povere della popolazione. Ma adesso, a distanza di qualche giorno dall’entrata in vigore delle nuove misure economiche, in India è il caos.

schermata-2016-12-01-alle-18-36-30Secondo le prime informazioni infatti le banconote di taglio medio, quelle eliminate dal governo, rappresentavano qualcosa come l’86% delle banconote in circolazione.
Dopo la loro eliminazione si sono formate delle file infinite ai bancomat, e trovare contante è sempre più difficile e complicato. La popolazione è infuriata, specialmente perché si sta avvicinando il giorno di paga. Ed in India ci sono più di un miliardo e duecento milioni di persone.

Le principali banche del Paese sono state accerchiate ed assediate da gente infuriata, situazioni esplosive si stanno creando in tutto il Paese. C’è notizia di alcuni funzionari picchiati e chiusi fuori dal luogo dove lavorano, alcune filiali invece sono state attaccate dalla popolazione infuriata. Insomma, in India la misura del governo, oltre che essere impopolare, sta ponendo il rischio di una rivoluzione.