Uccise la ex: 20 anni di galera per il 24 enne cubano, la rabbia dei parenti

e6cb7b7dd09322024263a20f0448d78fNel novembre dell’anno scorso Yoandris Medina Nunez, 24 enne cubano uccise con un colpo di pistola la ex fidanzata Nicole Lelli, di 23 anni. Oggi il tribunale di Roma ha emesso la sentenza per l’omicidio. L’uomo dovrà scontare 20 anni di carcere. Una pena poco severa per i familiari e gli amici della giovane vittima che hanno inveito contro il gup Claudio Carini. Momenti di tensione e di rabbia si sono verificati all’interno e fuori le mura del tribunale di Roma. Il pm Edoardo De Santis aveva chiesto il massimo della pena per omicidio volontario premeditato. Il gup non ha riconosciuto la premeditazione e ha applicato il rito abbreviato per il cubano 24 enne. Passando così a una riduzione di 10 anni di reclusione: da 30 a 20.

La rabbia della famiglia della giovane donna e dei suoi amici è esplosa in maniera molto forte soprattutto quando Yoandris Medina Nunez è uscito fuori dal palazzo di giustizia scortato dalla penitenziaria. Il cubano è stato inseguito invano dalla folla imbestialita che ha tirato contro l’omicida oggetti di ogni sorta tra cui una bottiglietta piena d’acqua. Davanti all’aula del gup, Claudio Carini si è ammassata la folla che ha cominciato a urlare frasi rabbiose: “Infami”, “Fatecelo linciare”, “Fra pochi anni tornerà libero”.