Bologna, 44enne si spara al pronto soccorso: è gravissimo

santorsolaAttimi di terrore stamane al Pronto Soccorso dell’Ospedale Sant’Orsola di Bologna. Un uomo di 44 anni si è sparato stamane proprio all’interno del plesso ospedaliero. 

L’uomo, un agente di polizia penitenziaria, risulta in servizio al carcere minorile del Pratello. Poco prima delle 9 di stamattina si era recato al pronto soccorso del Sant’Orsola per un problema di lieve entità – un problema al labbro, ndr – tanto che gli era stato assegnato un codice bianco.

Dopo un primo controllo, il 44enne si era accomodato in sala d’attesa per essere successivamente visitato dai medici. L’uomo aveva fatto una ‘strana’ richiesta ai sanitari, ovvero aveva espresso la volontà di sedersi in una delle stanzette chiuse. Ma ad un certo punto – all’incirca dopo pochi minuti – l’uomo ha estratto dalle tasche la pistola d’ordinanza che possedeva in qualità di agente di polizia penitenziaria, l’ha infilata in bocca ed ha premuto il grilletto.

Lo sparo ha richiamato l’attenzione dei medici e dei pazienti del pronto soccorso.

Immediati i soccorsi: il 44enne non è rimasto ucciso dal proiettile, ma si trova ricoverato in condizioni disperate nel reparto di Rianimazione del Sant’Orsola, che si trova al piano di sopra rispetto al luogo dove è avvenuto il tutto. Le cause del gesto sono ancora ignote.