Referendum, alle 12 l’affluenza è del 20,1%

referendumE’ davvero molto alta l’affluenza alle urne per il referendum sulla riforma costituzionale Renzi-Boschi. Alle ore 12, il primo rilevamento del Ministero dell’Interno riporta che il 20,1% degli aventi diritto ha già espresso il proprio voto.

Una percentuale molto considerevole: basti pensare che nel referendum abrogativo del 2011, che prevedeva quattro quesiti, alle ore 12 l’affluenza era dell’11,6%. Quel referendum raggiunse poi il quorum (54% degli aventi diritto), che non è necessario in questo caso: il referendum sarà valido anche se non si raggiungerà la soglia del 50% più uno degli aventi diritto al voto. Ma con questo “trend” è presumibile che si avrà una percentuale finale vicina al 60%.

Il corpo elettorale, ripartito nei 7.998 Comuni e nelle 61.551 sezioni elettorali del territorio nazionale, è pari a 46.714.950 elettori, di cui 22.465.280 uomini e 24.249.670 donne. Lo scrutinio dei voti inizierà nella stessa giornata di oggi, subito dopo la chiusura delle votazioni alle ore 23.

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha votato per il referendum costituzionale a Palermo, mentre il presidente del Consiglio Matteo Renzi, dopo una decina di minuti di fila, è entrato nella sezione numero tre e ha votato salutando il presidente e gli scrutatori e i tanti fotografi e giornalisti presenti nella scuola De Amicis. Renzi è arrivato al seggio accompagnato dalla moglie e dai figli.