Lipsia, ancora primo posto in Bundesliga: favola o investimento milionario?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:47

lipsiaChissà se anche quest’anno come lo scorso, quando contro ogni pronostico il Leicester di Ranieri si aggiudicò la Premier League, si verrà a sapere di qualche lungimirante che aveva scommesso pochi spicci sulla vittoria di una squadra considerata fanalino di coda, ora prossimo a riscuotere una grossa cifra.

No, non stiamo parlando di nuovo delle Foxes, in questo momento a pochi punti dalla zona retrocessione, e nemmeno della Premier League, campionato da molti considerato il più interessante del Vecchio Continente: la nostra attenzione, come un po’ quella di tutti, si è spostata nella cara vecchia Bundesliga, considerata al contrario una competizione statica e banale. Così infatti era fino a pochi mesi fa: una sola corazzata, il Bayern Monaco, affiancata da poche buone squadre pronte a contendersi un posto in Europa.

Quest’anno la situazione è cambiata, ma non grazie al Borussia Dortmund o al Leverkusen di turno, bensì grazie ad una esordiente, una squadra che soli sette anni fa non esisteva nemmeno: il Lipsia. In molti, a ragione, si chiederanno come è possibile che un club che pochi anni addietro giocava in Quinta Divisione, oggi sia primo a +3 dal Bayern di Ancelotti: fortuna? sicuramente; doti dell’allenatore e giovani promettenti? anche questo è innegabile; eppure, a dare benzina alla marcia del Lipsia c’è qualcos’altro. Cosa?

Si scopre a questo punto che il Lipsia è di proprietà del gruppo Red Bull, gruppo entrato nel mondo del calcio creando diversi club in Europa e America, e che la squadra tedesca fa parte di un più ampio progetto, progetto che permetterebbe alla multinazionale dell’omonima bibita di conquistare un posto d’onore in un campionato blasonato (la Bundesliga), e dunque nelle competizioni europee.

Cento, erano in origine i milioni di euro destinati al Lipsia, cifra che verrà sicuramente aumentata visti gli ottimi risultati del progetto: se a questa montagna di soldi si aggiungesse la scelta oculata di una città che vive il calcio con molta passione, già dotata di buone strutture e di un ottimo settore giovanile, si scoprirebbe che Lipsia in realtà non è il nome di un nuovo sogno, ma dell’ennesimo progetto imprenditoriale del calcio moderno.