Terrorismo, emesso ordine d’arresto per una donna affiliata con l’Isis

donne-isis-ape10Non c’è mai fine alla lotta al terrorismo. E’ stato emesso oggi un ordine di arresto per una donna combattente dell’Isis. La persona in questione è di nazionalità albanese e è residente nel Lecchese. Nel 2014 aveva lasciato il marito e le due figlie maggiori per recarsi in Siria con il figlio minore e mettersi al servizio del sedicente Stato Islamico, arruolandosi tra le fila dei combattenti dell’Isis dopo un percorso di radicalizzazione svolto già dove risiedeva in provincia di Lecco. Le indagini sono state condotte dai carabinieri del Ros coadiuvati dalla Dda del capoluogo lombardo.

A denunciare la scomparsa della donna di due anni fa era stato il marito, anch’egli albanese, rimasto solo da un giorno all’altro con le due figlie e senza il piccolo figlioletto. La donna ha condotto il percorso di radicalizzazione che l’ha portata trasferirsi in Siria anche perché aveva intenzione di sposare un uomo di nazionalità macedone del Califfato islamico. Il gip di Milano, Manuela Scudieri, ha emesso il 28 novembre scorso un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti della donna con l’accusa di associazione a delinquere con finalità di terrorismo internazionale. Le indagini, lunghe due anni, sono state condotte dal Ros dei carabinieri e coordinate dal procuratore Maurizio Romanelli e dal pm Alessandro Gobbis.