Cadavere in una cava a Cernusco: la donna era in pigiama e con i polsi legati

carabinieri12Il cadavere trovato ieri nel laghetto di una cava abbandonata di Cernusco sul Naviglio vicino Milano, è quello di una donna. Si chiamava Gabriella Fabbiano e aveva 43 anni. La donna è stata trovata in pigiama, con i polsi legati e con addosso la biancheria intima ma non aveva le scarpe. Il corpo era avvolto in un telone trasparente di cellophane, stretto con fil di ferro e cinghie di tapparella e appesantito con alcune pietre. Lo scopo, probabilmente, era quello di far rimanere il corpo sott’acqua. Questa probabilità fa pensare agli inquirenti, che svolgono le indagini, che Gabriella Fabbiano era già morta e probabilmente il decesso è avvenuto nella sua casa di Cernusco sul Naviglio.

Gabriella potrebbe essere stata strangolata o avvelenata. Non sono ancora chiare le cause della sua morte. Per questo si attende l’esito dell’autopsia. Il corpo presenta un’unica vistosa ferita alla testa che potrebbe essere stata causata dall’urto con una delle pietre del laghetto. Il medico legale ha attribuito il decesso della 43 enne a non più di due giorni fa dato che il cadavere di Gabriella Fabbiano è ancora riconoscibile. Su chi possa essere stato l’autore o gli autori dell’omicidio c’è il massimo riserbo. Per ora si indaga sulla cerchia di persone che conoscevano la donna.