Inghilterra: padre uccide il figlio di sette mesi dopo averlo torturato

kane-kennedy-court-caseGiorno 15 dicembre verrà pronunciata dalla corte la sentenza ai danni di Kane Kennedy (20 anni) padre ed assassino del piccolo Oskar Jobey Kennedy (morto a soli 7 mesi di vita): durante il processo è stato dimostrato che il ragazzo padre ha inflitto al piccolo torture indicibili, i medici, infatti, hanno trovato traumi contusivi alla gola ed ai testicoli del neonato, fino ad ucciderlo.

Secondo la ricostruzione dell’accusa Kane aveva la terrificante abitudine di spremere e torcere i testicoli del figlio per farlo soffrire, poi, quando questo piangeva dal dolore, lo zittiva mettendogli due dita in gola, il giorno della morte del piccolo Oskar questo gesto di folle violenza lo ha fatto smettere di respirare per sempre.

Solo dopo aver compreso di aver ucciso suo figlio, il ragazzo si è recato d’urgenza all’ospedale ma i medici ne hanno potuto constatare esclusivamente il decesso. Per discolparsi allora ha accusato la madre, ma questa, sebbene fosse colpevole di aver permesso quelle torture senza togliere il figlio al padre, non ha recitato attivamente alcun ruolo nella morte del figlio.

Dopo un anno di processo, il giudice ha sentenziato questa mattina una condanna di trenta mesi per la madre del piccolo Oskar, ma si è riservato qualche altro giorno di tempo per deliberare la condanna ai danni del padre assassino.