Foggia, a fuoco una baraccopoli: 20enne morto carbonizzato

baraccopoliUn gravissimo incendio ha devastato stanotte l’insediamento di baracche e rifugi di fortuna tra Borgo Tressanti e Borgo Mezzanone, a circa 20 chilometri da Foggia, comunemente noto come “Ghetto dei Bulgari”. Le fiamme sono divampate rapidamente bruciando l’accampamento.

Il rogo ha causato una giovane vittima: nell’incendio, infatti, ha perso la vita un ragazzo di 20 anni. Il cadavere del ragazzo è stato ritrovato carbonizzato tra gli alloggi di fortuna della baraccopoli.

L’incendio si è scatenato poco prima delle 2 e si è rapidamente diffuso nell’accampamento, che conta all’incirca mille persone. Le cause scatenanti non sono ancora chiare.

Per domare le fiamme sono intervenute tre squadre dei vigili del fuoco dei distaccamenti di Foggia, Cerignola e Manfredonia, con due supporti. Gli uomini del 115 hanno lavorato per circoscrivere le fiamme e procedere alla bonifica del sito.

Il timore dei vigili e delle forze dell’ordine è che il 20enne non sia l’unica vittima, ma potrebbero essercene altre rimaste bloccate nelle baracche incenerite. I carabinieri hanno aperto un’inchiesta.

Sempre nel foggiano, qualche giorno fa si è verificato un altro incendio nel cosiddetto “Gran Ghetto”, situato tra le campagne di San Severo e Rignano. Il rogo ha distrutto gran parte dell’enorme villaggio di cartone che ospitava circa 500 braccianti africani.