Inghilterra, Michelle Tohmpson confessa: “Sono stata violentata a 14 anni”

michelle-thomson-kq1b-u43250843320077aig-1224x916corriere-web-sezioniIl racconto commosso e commovente di Michelle Thompson (51 anni), deputata scozzese al parlamento britannico, è andato in diretta tv ed ha fatto il giro del mondo. A Westminster si stava affrontando l’annoso problema della violenza sulle donne (i dati degli ultimi anni suggeriscono che si tratta di una problematica in crescita nei paese britannici), così la donna è intervenuta per mandare un messaggio importante esponendosi in primo piano e confessando pubblicamente lo stupro subito quando aveva appena 14 anni.

La Thompson ha cominciato il suo discorso con questa frase: “Quando avevo 14 anni venni violentata. E come accade di solito, è stato qualcuno che conoscevo”, un incipit violento che le ha fatto guadagnare l’attenzione dei colleghi, poi ha continuato il suo discorso descrivendo le sensazioni che ha provato in quel momento e nei giorni seguenti.

Davanti ad una platea commossa dal forte impatto di questa rivelazione, la Thompson ha mostrato solidarietà per le ragazze che come lei stanno vivendo questo dramma, facendo capire loro che nonostante sia difficile confessare una simile atrocità subita (l’atto di violenza la faceva sentire in colpa ed in parte colpevole) è necessario denunciare l’aggressore, bisogna combattere con tutte le proprie forze perché questa cultura di violenza venga sradicata. Infine ha concluso dicendo: “Alla fine quello più spaventato era il mio aguzzino. Non sono una vittima, sono una sopravvissuta”.