Un secolo di Kirk Douglas, auguri al gigante di Hollywood

kirkdouglasCompie 100 anni uno dei miti di Hollywood: tanti auguri a Kirk Douglas, che oggi festeggia il “secolo” di vita.

Per il suo centesimo compleanno, è in programma una festa in grande stile organizzata da suo figlio Michael Douglas e la moglie Catherine Zeta-Jones in California. Alla celebrazione sono attesi circa 200 tra amici e familiari. Il grandissimo attore terrà anche un breve discorso, grazie all’aiuto di un terapista (Douglas ha problemi di linguaggio da quando un ictus lo ha colpito nel 1996, ndr).

Figlio di immigrati russi analfabeti, un tempo Kirk Douglas si chiamava Issur Danielovitch Demskye. Al suo attivo ha ben settantacinque film: vent’anni fa è riuscito ad ottenere il suo unico Oscar, quello alla carriera. Negli anni ’50 ha avuto tre nomination come miglior attore protagonista (nel 1950, nel 1953 e nel 1957) senza mai riuscire a portare a casa l’agognata statuetta. Nel 1968 gli è stato anche assegnato il Golden Globe alla carriera.

Tra i suoi immortali capolavori, impossibile non citare “20.000 leghe sotto i mari”, “Parigi brucia?”, “Sfida all’OK Corral”, “La vita appassionata di Vincent Van Gogh” (1956), “Sette giorni a maggio” (1964), “Ulisse”, “Orizzonti di gloria” e “Gli eroi di Telemark”.

“La gente mi chiede sempre consigli su come vivere una vita lunga e sana. Non ne ho. Ma penso che tutti noi abbiamo un motivo per essere lì”, dice in un saggio pubblicato sulla rivista di celebrità Closer in occasione del suo compleanno.