11 Dicembre 2016: si festeggia San Damaso I, Papa

L’11 Dicembre la Chiesa Cattolica venera San Damaso I, papa.

Sebbene si sia ritenuto, per lungo tempo, che fosse originario del Portogallo, oggi si pensa che Damaso sia nato a Roma verso il 305.

Fu consacrato pontefice nella basilica di San Giovanni in Laterano il 1º ottobre 366, divenendo il 37° papa salito al soglio di Pietro, proprio nel pieno dello scisma operato dal diacono Ursino; Ammiano Marcellino dice infatti che durante l’elezione del pontefice il popolo si era diviso in due fazioni, l’una seguace dell’Antipapa Felice II, l’altra più propensa a trovare accordi con i seguaci degli arianesimo.

Considerato il più antico esploratore e archeologo delle catacombe romane, Damaso si adoperò affinché queste non cadessero in rovina e non andasse perduta la memoria dei martiri; egli andava rintracciando e identificando le tombe dei Martiri e le contrassegnava con epigrafi che ne elogiavano le virtù.

Combatté le eresie ottenendo, a Roma, la quasi definitiva scomparsa dell’arianesimo e la separazione dello Stato dal Paganesimo; ribadì anche dinanzi all’imperatore “l’autorità della Sede Apostolica”.

Fu altresì un gran letterato e commissionò la traduzione in latino e la revisione della Bibbia a San Girolamo.

Morì a Roma l’11 Dicembre 384 e fu sepolto nella Basilica di san Lorenzo in Damaso. La reliquia del cranio di trova nella Basilica di San Pietro.

Nella Cripta dei Papi delle Catacombe di San Callisto, Papa Damaso concluse così una lunga epigrafe: “Qui io, Damaso, desidererei far seppellire i miei resti, ma temo di turbare le pie ceneri dei Santi”.

MDM