Imprenditore 59enne muore in ospedale: un altro caso di meningite

La meningite continua a mietere le sue vittime in Italia, complice -secondo molti esperti- il calo di persone che fanno affidamento al vaccino anti-meningococco. Questa volta, la vittima del batterio letale è un imprenditore bergamasco ma residente a Cologne (in provincia di Brescia); l’uomo, un 59enne padre di due ragazze, è stato ricoverato all’ospedale Miellini della città di Chiari (Brescia), nella giornata di venerdì a causa di una febbre elevata.

cervelloNonostante l’osservazione, le sue condizioni sono peggiorate di ora in ora finché, tragicamente, il signore non è venuto a mancare la mattina di Sabato 10 Dicembre. La diagnosi è di meningite fulminante causata da Meningococco di tipo C; sfortunatamente si tratta di una malattia che raramente lascia illese le persone che la contraggono.

Si tratta della terza vittima accertata in pochi mesi; prima dell’imprenditore, infatti, due studentesse milanesi sono morte (26 Luglio e 30 Novembre) a causa di una gravissima infezione dovuta proprio al batterio della meningite, infezione che avrebbero contratto all’Università Statale di Milano. In Lombardia sta crescendo dunque la paura di un possibile aumento dei contagi. La profilassi dei parenti e di tutte le persone che sono recentemente venute a contatto con il povero 59enne ha già preso piede.