Spagna, brutale aggressione ad arbitro 18enne – VIDEO SHOCK

Aggressione arbitroTroppo spesso il calcio diviene lo scenario ideale per lo sfogo dei più bassi istinti. A volte ciò accade sugli spalti, altre volte (ed è anche peggio) ciò accade in campo. Come nel caso di cui parliamo in questo articolo, avvenuto in Spagna: ieri, durante una partita di dilettanti (divisione regionale aragonese) tra Miralbueno e San Juan, un arbitro è stato brutalmente aggredito da un calciatore.

E’ il 28′ del primo tempo quando il direttore di gara (appena 18enne) fischia un secondo rigore a favore degli ospiti: il numero 14 del Miralbueno (anch’egli 18enne) non ci sta e reagisce nella peggiore delle maniere, scagliandosi contro la giacchetta nera. Con un pugno lo fa cadere al suolo, per poi inferire mentre si trova a terra: l’arbitro – immediatamente soccorso – non ha potuto proseguire a dirigere il gioco, trovandosi costretto ad interrompere il match (portato in ospedale, gli sono state diagnosticate contusioni vari ed eventuali, oltre che uno shock che lo porterà ad appendere il fischietto al chiodo).

Il giovane calciatore – che ha così guadagnato spazio nei principali media spagnoli – ha poi chiesto scusa all’arbitro: verrà squalificato per sei mesi, ma ciò non cancellerà la vergogna del gesto.