Strage di Via d’Amelio, richiesto ergastolo per Madonia e Tutino

Risale ad oggi la notizia della richiesta del procuratore di Caltanissetta, il dottor Amedeo Bertone, della condanna per i due mafiosi, Salvo Madonia e Vittorio Tutino, che sono stati precedentemente accusati di essere i responsabili della strage di via D’Amelio: la condanna richiesta è la pena massima, l’ergastolo.

arresto_carabinieriNon solo: Bertone ha inoltre chiesto 8 anni e 6 mesi di condanna per Vincenzo Scarantino e ben 14 anni di condanna sia per Francesco Andriotta che per Calogero Pulci: questi tre nomi appartengono ai tre falsi pentiti che sono stati accusati di calunnia in quanto responsabili di aver detto delle menzogne durante le dichiarazioni ufficiali. Le falsità che raccontarono in merito alle indagini sulla strage di Paolo Borsellino e della scorta (ben cinque poliziotti) costeranno care ai tre mafiosi; l’udienza è stata rinviata al 9 del primo mese del 2017.

Sempre il procuratore capo di Caltanissetta, Amedeo Bertone, ha dichiarato che: «Le dichiarazioni del pentito di ‘ndrangheta Antonino Lo Giudice sono assolutamente inconcludenti per quanto riguarda i processi che ci riguardano. E vorrei dire, a chi ci sollecita mediaticamente dall’esterno, che non è affatto vero che la Procura di Caltanissetta guarda Giovanni Aiello come Donald Trump guarda un clandestino messicano». Tali parole sono state da lui pronunziate durante la requisitoria per il quarto processo della strage di via D’Amelio.